Gallery

General Command of the Syrian Arab Army: Victory in al-Qseir Sends Clear Message to All Those Involved in the Aggression against Syria ~~~~ Annuncio Ufficiale del Comando Generale delle Forze Armate Siriane: al-Quseyr è Completamente Liberata dai Mercenari/Terroristi, Molte Armi Sequestrate, tra cui Missili USA & Israeliani ~ (ENG-ITA)

EAS-20130605

~

General Command of the Syrian Arab Army: Victory in al-Qseir Sends Clear Message to All Those Involved in the Aggression against Syria

Our armed forces succeeded early Wednesday to restore security and stability to the city of al-Qseir and clear it of the terrorists, the General Command of the Army and the Armed Forces said in a statement Wednesday.

The statement clarified that the army seized full control of al-Qseir after “a series of accurate successful operations carried out in the city and the villages and towns surrounding it.”

It added that the operations resulted in the killing of a large number of terrorists, the surrender of some others and the escape of the rest, noting that army units are now continuing to unlock roads, dismantle mines and remove barricades.

“The victory that was achieved at the hands of our brave soldiers sends a clear message to all those who are involved in the aggression against Syria, on top being the Zionist enemy and its agents in the region and tools on the ground,” the statement said.

“Our armed forces will remain ready to face any aggression against our dear homeland,” the General Command stressed.

“While affirming that their battle against terrorism will continue until restoring security and stability to each and every inch of the homeland, our armed forces stress at the same time that they will look with a merciful eye at those mislead gunmen who surrender and drop their weapons, whether those who fled al-Qseir or any area in Syria,” it added.

The General Command called upon the residents of al-Qseir to return to their homes and properties within days, stressing that “those whom the gunmen had used as human shields were all evacuated, with the injured being now treated.”

“Following their successive victories in the battle against organized and systematic terrorism, our armed forces stress that they will not hesitate to strike the gunmen wherever they are on any inch on Syria’s land,” the statement said.

“The homeland’s soil is sacred and can’t be desecrated, and whoever tries to desecrate it will end up either dead or surrendering,” it added.

The General Command indicated that the documents which have been gained and which prove the involvement of some Arab, regional and foreign parties in terrorism in Syria are now under scrutiny and will be made public at the right time.

The General Command concluded its statement by expressing the Syrian Arab Army’s thanks to “the proud Syrian people for always standing by their army morally and for their embracement and support.”

The army, the statement continued, “promises that it will always be up to the challenge and at the same level of steadfastness until achieving victory God willing”.

~

EAS-Patria-Onore-Fedelta

~

Annuncio Ufficiale del Comando Generale delle Forze Armate Siriane: al-Quseyr è Completamente Liberata dai Mercenari/Terroristi, Molte Armi Sequestrate, tra cui Missili USA & Israeliani

L’esercito arabo siriano riprende il pieno controllo sulla città di al-Quseyr dopo la sua offensiva sorprendente di stamattina, la quale è piombata inaspettatamente, sui terroristi assediati, a causa del grande e rapido avanzamento realizzato ieri dai soldati dell’Esercito Arabo Siriano, i quali hanno ripreso il controllo sulla città.

 

In diretta sulla tv al-Mayadeen, l’esercito inizia la pulizia e la rimozione delle mine e degli ordigni esplosivi piazzati in precedenza dai terroristi per vincolare l’avanzamento dell’Esercito.

 

Le valorose forze armate siriane sono riuscite, oggi, mercoledì 5 giugno 2013, data memorabile, dopo una serie di brillanti operazioni a ripristinare la stabilità e la sicurezza sulla città di Qseir e area circostante, bonificandola dai terroristi mercenari che la infestavano e occupavano da troppo tempo con gran danno e sofferenze anche per la popolazione locale.

 

Le operazioni militari di al-Quseyr e nella sua campagna, hanno portato all’uccisione di un grande numero di terroristi, la resa incondizionata di tanti altri e la fuga di alcuni.

 

Al momento diverse unità del Genio militare dell’esercito proseguono con le operazioni di smantellamento e pulizia delle strade da eventuali mine o ordigni esplosivi.

 

La vittoria realizzata dai nostri eroici soldati è un messaggio chiaro verso tutti quelli che hanno cospirato e partecipato all’aggressione contro la Siria, in primis l’entità sionista ed i suoi servi e pupazzi arabi, sia nella regione che sul territorio siriano.

 

La lotta contro il terrorismo continua fino al completo ripristino della sicurezza e della stabilità in ogni centimetro del territorio siriano.

 

Le Forze Armate Siriane ricordano a tutti coloro che sono riusciti a fuggire da al-Quseyr  e da altre zone della Siria, che devono deporre le armi, arrendersi e ritornare sui propri passi, che avranno salva la vita.

 

Il Comando delle Forze Armate Siriane dichiara di voler assicurare al popolo siriano in generale, e ai cittadini di Qseir in particolare, che i civili i quali erano stati utilizzati come scudi umani da parte dei terroristi sono stati tutti salvati ed evacuati, e le loro ferite medicate.

 

Le Forze Armate Siriane, tra pochi giorni, appena l’area sarà completamente sminata e bonificata da eventuali residui ordigni abbandonati dai mercenari/terroristi jihadisti, faranno un pubblico appello ai cittadini di al-Quseyr  di poter tornare alle loro case e abitazioni, che a quel punto saranno sicure al 100%.

 

Un gran lavoro di ricostruzione attenderà tutti, viste le condizioni disastrose in cui i terroristi di FSA/al-Nousra hanno ridotto gli edifici e le strutture dell’area, ma alla fine al-Quseyr tornerà a rivivere, a lavorare, a crescere, a sperare in un futuro migliore per le nuove generazioni, liberate dalla minaccia terroristico-jihadista di un pugno di rinnegati terroristi e tagliagole al servizio di USA-Israele.

MISSILI E ARMI USA-ISRAELIANE MOLTO SOFISTICATE RITROVATI IN QSEIR

Mentre proseguono le operazioni di smantellamento delle strutture dei mercenari e di pulizia nella città di al-Quseyr dagli ordigni da loro abbandonati, Unità del Genio Militare  dell’Esercito Arabo Siriano hanno ritrovato diverse armi e munizioni moto sofisticate, tra le quali ordigni e mine a piombo liquido, le quali si innescano automaticamente a causda di  minime vibrazioni o spostamenti.

Lo stretto legame di intelligence e cooperazione tra i terroristi/mercenari che occupavano l’area e USA-Israele-NATO, è dato oltretutto dal ritrovamento di molti missili terra-terra e terra-aria di ultima generazione e di fabbricazione israeliana ed americana, gli stessi missili che venivano sparati contro i quartieri di Homs e città limitrofe, accusando poi l’Esercito Arabo Siriano. Questi razzi a lungo raggio, sono chiaramente di una generazione moderna, difficilmente manovrabili da qualche analfabeta mercenario o terrorista tagliagole, e sicuramente istruttori e tecnici stranieri erano sul posto per poter rendere operative tali devastanti armi.

Onore quindi anche ai ragazzi dell’Esercito Arabo Siriano, che con questa vittoria hanno impedito che altri razzi venissero sparati e altre vite innocenti rubate.

Molti anche i documenti e le prove abbandonate sul terreno dai mercenari in fuga, che confermano il coinvolgimento di nazioni e poteri esterni, sia  regionali che internazionali, con il terrorismo organizzato contro la Siria. Al momento tutta la documentazione ed i reperti raccolti sono in fase di analisi ed ispezione e saranno, ma appena tutti i pezzi del mosaico terroristico saranno messi nella loro giusta collocazione se ne renderà partecipe  il popolo e saranno allora di pubblico dominio.

L’Esercito Arabo Siriano, il protettore e garante della sovranità della Patria, ringrazia il suo fiero popolo di essere sempre stato al suo fianco, sostenendolo e abbracciandolo, fisicamente e moralmente, dimostrando la sua determinazione ad andare avanti con la resistenza, per la sua dignità, fino alla vittoria.

.

.

SyrianPatriot.com

.

.

.

.

.

.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s